Menu
A+ A A-

Agevolazioni fiscali

La normativa che disciplina le imposte sui consumi di gas naturale e di energia elettrica (Testo Unico sulle Accise – Decreto Legislativo 26 Ottobre 1995, n. 504 – e Decreto Legge 28 novembre 1988, n. 511), contempla diverse tipologie di fornitura per le quali sono previsti benefici nell’applicazione di accise, addizionali all’accisa e IVA.

In particolare per il gas naturale è prevista la riduzione dell’imposta di consumo e dell’addizionale regionale nel caso il metano venga utilizzato:

  • per attività artigianali, industriali, agricole
  • per attività alberghiere, di ristorazione, di distribuzione commerciale e forni da pane
  • negli impianti sportivi adibiti esclusivamente ad attività dilettantistiche e gestiti senza fine di lucro
  • nelle attività ricettive svolte da istituzioni non aventi fine di lucro, finalizzate all’assistenza dei disabili, degli orfani, degli anziani e degli indigenti e comunità di recupero di tossicodipendenza ove vengono svolti lavori artigianali o agricoli.

E’ invece prevista l’esenzione dell’imposta di consumo e dell’addizionale regionale per gli usi istituzionali delle forze armate nazionali ed estere aderenti al patto NATO nonché per le rappresentanze diplomatiche.Relativamente all’IVA hanno diritto all’agevolazione le imprese estrattive, manifatturiere e le aziende agricole, mentre sono esenti gli esportatori abituali di beni (previa apposita “Dichiarazione d’intento” come previsto dalla normativa IVA in vigore, purché le esportazioni effettuate nel corso dell’anno solare precedente siano superiori al 10% del volume d’affari complessivo), le rappresentanze diplomatiche e i comandi militari degli Stati membri NATO.

Relativamente all’IVA hanno diritto all’agevolazione le imprese manifatturiere, estrattive, poligrafiche/editoriali e le aziende agricole, nei limiti e con le modalità previste dal D.L. n.853 del 19/12/1984 convertito nella legge 17.02.1985, n. 17 e s.m.i., e i Consorzi di bonifica e di irrigazione. Sono invece esenti gli esportatori abituali (previa apposita dichiarazione d’intento come previsto dalla normativa IVA in vigore), le rappresentanze diplomatiche e i comandi militari degli Stati membri NATO.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web del Ministero delle Economia e delle Finanze e sul sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Come ottenere le agevolazioni fiscali

Per poter riconoscere i benefici fiscali agli aventi diritto è necessario che il cliente inoltri al proprio fornitore apposita istanza indicando la tipologia di fornitura richiesta e la relativa agevolazione fiscale.

Quest’ultima, secondo quanto chiarito dal Ministero delle Finanze, decorre dal giorno di ricevimento della domanda inoltrata all’indirizzo indicato sulla modulistica di seguito allegata, ovvero dalla data stabilita dall’Agenzia delle Dogane territorialmente competente, ove sia necessaria una preventiva autorizzazione dello stesso Ufficio.

La domanda deve essere corredata da:

  • certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. in carta semplice unitamente alla dichiarazione sostitutiva di certificazione
  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (in allegato)
  • copia dell’attestazione rilasciata dalla competente Agenzia delle Dogane (solo per clienti soggetti passivi accise).fotocopia documento di identità del legale rappresentante.

E’ possibile usufruire di più benefici, come avviene ad esempio per un’azienda manifatturiera agevolabile sia sull’imposta di consumo sia sull’IVA.

Consulta la modulistica da presentare per richiedere le agevolazioni d’imposta.

logo barocco marchio

Puoi contattarci al numero 0836 311 372 oppure Mandaci una email
attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 18.00

Barocco S.p.A

SEDI OPERATIVE:

Via Adriatica 2/B - 73100 - Lecce (LE)

Via Vittorio Emanuele 239 - 73024 - Maglie (LE)

Via Duca Degli Abruzzi 32 - 73048 - Nardò (LE)

Via Marconi 135 - 73025 - Martano (LE)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

Facebook Twitter Google+ RSS Dribbble Vimeo

Dove Siamo